Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Nuove Norme Sul Tifo In Italia
FerraraForum.it > Brainstorming > Sport e Motori > Calcio
2pac
Stanno uccidendo il tifo, contenti loro, avranno gli stadi vuoti


L’Osservatorio Nazionale sulle
Manifestazioni Sportive
ritualmente costituitosi in data 8 marzo 2007,
(..omissis...)
ADOTTA LA SEGUENTE DETERMINAZIONE

• E’ fatto divieto introdurre in tutti gli impianti sportivi striscioni e qualsiasi
altro materiale ad essi assimilabile, compreso quello per le coreografie,
se non espressamente autorizzato.
Sono altresì vietati i tamburi ed altri mezzi di diffusione sonora (es.
megafono).
(VERGOGNAAAAAAA serio.gif )

• Nel limite stabilito dalle società sportive, sarà possibile introdurre ed
esporre striscioni contenenti scritte a sostegno della propria squadra per
la gara in programma, inoltrando, almeno 7 giorni prima dell
svolgimento della gara, apposita istanza, anche mediante fax o e-mail,
alla società che organizza l’incontro, indicando le proprie generalità
complete.
A tal fine occorrerà specificare:
o le dimensioni ed il materiale utilizzato per la realizzazione;
o il contenuto e la grafica compendiati in apposita documentazione
fotografica;
o il settore in cui verrà esposto.

Analoga disciplina dovrà essere applicata per le bandiere1, fatte salve
quelle riportanti solo i colori sociali della propria squadra e quelle degli Stati
rappresentati in campo.

• Per le coreografie, oltre a quanto sopra previsto, dovranno essere
specificate le modalità ed i tempi di attuazione, significando che tale
attività dovrà comunque terminare prima che inizi la gara.

• La società, in relazione alla già cennata esigenza di curare la “qualità
dello spettacolo”, valutati gli spazi disponibili a monte e a valle degli
spalti (balaustre), con esclusione quindi di quelli tra gli spettatori,
informerà, senza ritardo, della istanza pervenuta il Dirigente del G.O.S.
ovvero, per gli stadi al di sotto della capienza stabilita dal quadro
normativo vigente, l’Ufficio di Gabinetto del Questore i quali, acquisito
anche per le vie brevi il parere delle Amministrazioni interessate (Vigili
del Fuoco e, ove presente, Capo degli Steward), provvederanno, non
oltre i 5 giorni prima dello svolgimento dell’incontro, a concedere il
proprio “nulla osta”, a condizione che:
1. sia/siano identificato/i il/i richiedente/i dell’esposizione del materiale o
della realizzazione delle coreografie;
2. all’interno del gruppo identificato dal materiale non siano presenti una
o più persone soggette a divieto di accesso agli impianti sportivi;
3. non sussistano motivi ostativi sotto il profilo dell’ordine e della
sicurezza pubblica;
1 Bandiera: drappo di forma rettangolare, attaccato per uno dei lati più corti ad un’asta,
quest’ultima se consentita dalla normativa vigente.

• La società che ospita l’incontro, a cui è demandata ogni attività di
verifica inerente la specifica materia, comunicherà per iscritto le
determinazioni assunte al richiedente, con l’avviso che:
1. il materiale autorizzato dovrà essere introdotto all’interno
dell’impianto almeno 1 ora prima dell’apertura dei cancelli,
specificando il varco di accesso;
2. non sarà consentito l’ingresso di materiale , ancorché autorizzato,
dopo l’apertura al pubblico dei cancelli;
3. gli striscioni potranno essere affissi esclusivamente nello spazio
specificamente assegnato dalla società, la quale dovrà quindi
verificare il rispetto delle prescrizioni con proprio personale;
4. l’esposizione di materiale diverso da quello autorizzato comporta
l’immediata rimozione e l’allontanamento dall’impianto del/dei
trasgressore/i cui potrà essere applicata la normativa in materia di
divieto di accesso agli impianti sportivi nonché, revocata
l’autorizzazione all’esposizione dello striscione identificativo del
club di appartenenza;
5. al termine del deflusso il materiale autorizzato dovrà essere
rimosso e, ove prescritto anche attraverso il sistema di
comunicazione sonora dello stadio, ripresentato integralmente
presso il varco indicato;

Della presente procedura dovrà essere data massima diffusione
attraverso:
• un apposito comunicato agli organi di informazione;
• specifiche circolari, diramate a cura delle Amministrazioni ed
Enti sportivi rappresentati in Osservatorio, alle proprie
diramazioni sul territorio;
• la lettura di un apposito comunicato elaborato dalla
presidenza dell’Osservatorio in tutti gli stadi, attraverso il
sistema di diffusione sonora già dalla prossima giornata di
campionato.
La presente determinazione dovrà essere recepita nel regolamento
d’uso degli impianti, e applicata dal 30 marzo 2007.




Clicca per vedere l'allegato
bzbiz
Sono dei mentecatti...

Che ci fosse bisogno di una svolta era palese ma questa è la più grande accozzaglia di stronzate dopo la legge sulla privacy (forse)...

Mi fa sbellicare la definizione di bandiera... C'è se io la attacco ad un asta per il lato lungo, o se il drappo è quadrato o di altra forma, oppure se non ho l'asta non è più una bandiera... Ma hanno riletto quello che hanno scritto, manica di idioti!
2pac
CITAZIONE
tal fine occorrerà specificare:
o le dimensioni ed il materiale utilizzato per la realizzazione;
o il contenuto e la grafica compendiati in apposita documentazione
fotografica;
o il settore in cui verrà esposto.

questa è spettacolare rotolol.gif
61.gif
(sic)
seguiranno proteste di massa, scioperi, atti di terrorismo e rivolte di vario genere.
se prima andavo allo stadio per vedere una partita e lo spettacolo delle tifoserie...
ora vedo squadre che si mettono d'accordo sul risultato e tribune senza tifo/sctriscioni...

che bel calcio che è diventato
2pac
UP
2pac
Da gazzetta.it

Arrestati sette ultrà del Milan
per tafferugli nel derby


Il gruppetto era sceso dal secondo al primo anello dopo che uno striscione rossonero era stato danneggiato dai tifosi nerazzurri perché li disturbava nella visione della partita. E' stata applicata la legge che prevede la flagranza differita

MILANO, 18 febbraio 2009 - Sette tifosi del Milan, di cui 4 già colpiti da Daspo, sono stati arrestati dalla polizia con l'accusa di rissa aggravata e lesioni per lo scontro avvenuto in occasione del derby di domenica scorsa. Dalla prima ricostruzione degli investigatori, la rissa è scattata poco dopo le 20.30 di domenica, tra i tifosi rossoneri del secondo anello della curva ospite e gli avversari del club "Banda bagaj", una ventina in tutto, che occupano il primo anello. Uno scontro nato per lo striscione "Noi padroni di San Siro" che avrebbe impedito agli interisti di vedere il terreno di gioco.
Da qui la decisione di strappare la coreografia rossonera e la conseguente rissa. Prima i milanisti lanciano monetine e bottiglie di plastica, poi una trentina di supporter forza il cordone di sicurezza e raggiunge l'anello sottostante della curva Sud. Ne nasce una scazzottata, durata alcuni minuti, terminata con un bilancio di 6 tifosi nerazzurri, tutti di circa 30 anni, feriti. Due i più gravi: uno ha riportato la frattura del setto nasale, l'altro ha subito il distacco della retina a causa di un pugno al volto ed è ancora ricoverato.
A finire in manette sono stati 7 ultras rossoneri: 4 in passato erano già stati colpiti da Daspo, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive e la maggior parte ha precedenti per reati specifici. Volti noti della tifoseria, appartenenti alle "Brigate Rossonere" (Marco Pacini di 23 anni, Marco Solari di 45 anni e Cristian Matasciola di 25 anni) e ai "Guerrieri Ultras" (Antonino Amato di 29 anni, Luca e Francesco Lucci di 27 e 29 anni e Angelo Mario Vittori di 35 anni). Residenti a Milano e nell'hinterland, per tutti l'accusa è di rissa agravata; idue Lucci, già sanzionati in passato con il Daspo, e Pacini sono indagati per lesioni gravi. Arrestati in flagranza differita, cioè entro 48 ore dall'episodio, sono stati riconosciuti grazie alle immagini delle telecamere. Filmati, visionati dagli uomini della Digos di Milano guidati da Bruno Megale, che potrebbero portare, nei prossimi giorni, a emettere nuovi provvedimenti.
gasport




Mah. Sono perplesso. Una rissa che coinvolge una trentina di persone (perchè chi c'era mi ha detto questo), e arrestano solo 7, per di più della stessa tifoseria?
Strano il concetto di giustizia, a volte. E avrei detto la stessa cosa se avessero arrestato 7 interisti. icon_wink.gif
Bobomerendone
le norme se devo esser sincero, sarei anche disposto ad accettarle in parte: io diminuirei la quantità di roba inserita nello stadio (ovviamente con una selezione..) , però se, E SOLO SE, diminuissero la distanza del pubblico dal campo!!!

Secondo me lo stare a 5 metri dai tuoi giocatori (o poterli addirittura abbracciare) sarebbe fantastico, come in Inghilterra.
Siamo tifosi così educati e quantomeno con sale in zucca da poterlo fare?? Non lo so, però è anche vero che le regole educano.
2pac
Qui il video.
HiroNakamura
Secondo me nel video sono Milanisti che si picchiano perchè il gol lo ritengono irregolare e Milanisti che si picchiano perchè ritengono il gol buono... rofl.gif Visto che han beccato solo milanisti... sarcastica.gif
2pac
Ehm direi di no.
Vedo più che altro delle gran castagne a destra e manca. sarcastica.gif
Matt
a me è piaciuto il discorso di preziosi del genoa sisi.gif
Morpheus
io li chiuderei tutti dentro lo stadio, così se le suonano finchè hanno voglia.

dopodichè mando ambulanze e AMSEFC a raccattare i cocci.

sono stufo di pagare costi sociali enormi per sti cretini.
2pac
Da Brigaterossonere.it

Comunicato congiunto

Curva Nord - Curva Sud

In riferimento ai fatti accaduti nel corso del Derby, Curva Nord e Curva Sud comunicano che tra le Nostre Tifoserie permane il reciproco rispetto.

A questo proposito, entrambe le Curve intendono esprimere il totale disappunto nei confronti di quegli organi di stampa che, artatamente alimentano un clima di tensione con ricostruzioni fittizie dei presunti accadimenti di domenica.

Curva Sud - CN69
2pac
Da Quotidiano.net

BERGAMO
Si 'scioglie' la curva dell'Atalanta
Ultras contro il divieto al ' Bocia'


La storica decisione è arrivata al termine di una riunione del direttivo, dopo il divieto di accesso alle manifestazioni sportive emesso dal questore di Genova contro Claudio Galimberti, capo storico del tifo, che non potrà entrare in nessuno stadio per i prossimi cinque anni

Bergamo, 14 marzo 2009 - Decisione storica per il mondo dei tifosi "ultras" di calcio: la Curva Nord dell’Atalanta si scioglie, mettendo la parola fine al tifo organizzato dello stadio dei nerazzurri.

La decisione è arrivata al termine di una riunione del direttivo, dopo il divieto di accesso alle manifestazioni sportive emesso dal questore di Genova contro Claudio Galimberti detto ‘Bocia', capo storico del tifo atalantino, che non potrà entrare in nessuno stadio per i prossimi cinque anni.

La disposizione è stata vista dai tifosi come un affronto da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine, di cui gli ultras dicono di sentire ‘il fiato sul collo ad ogni partita'. Ovviamente il tifo continuerà, ma non ci saranno più striscioni, bandiere, coreografie organizzati, e le varie iniziative saranno affidate alle iniziative dei singoli.





Peccato, e comunque onore alla Curva Nord di Bergamo, una delle più rispettate e calde del panorama calcistico nazionale.
forzaspal.gif
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2019 Invision Power Services, Inc.